Puoi trovare la musica di YANTRA su in streaming ad alta qualità su iTunes e Apple Music, Spotify, Amazon, Deezer, Google Play, YouTube, Soundcloud, Tidal…etc…

ASCOLTA ORA IL BRANO “PUNTO ZERO” (tratto dall’album “ZERO+ZERO” © 2017 Yantra)

  • Punto Zero
❚❚

 

TESTI CANZONI DELL’ALBUM “ZERO+ZERO”

COMA

velina…te ne resti in posa
sul vagone
lanciato sul mercato…

cosa serve
la scuola e la cultura ?
se tu devi
fare la sgualdrina!

sai…
per quanto ti conviene
t’ingoierà…
lo specchio delle tue illusioni

poi…
per quanto ti andrà bene
ti veglieranno
i magnacci e gli usurai

…coma…coma…coma…in coma…
…coma…coma…coma…in coma…

…coma…coma…coma…in coma…
(il presidente…il presidente…ha detto!)
…coma…coma…coma…in coma…
(il presidente…il presidente…ha fatto!)

coma consumistico vegetativo…
coma irreversibile vegetativo…

adesso
sei solo ciò che hai…
comprerai
il tuo dio in un discount…

compagni
dalle pance piene
svendete l’alba
rossa..fatta di cartone!

…coma…coma…coma…in coma…
…coma…coma…coma…in coma…

…coma…coma…coma…in coma…
(il presidente…il presidente…ha detto!)
…coma…coma…coma…in coma…
(il presidente…il presidente…ha fatto!)

coma consumistico vegetativo…
coma irreversibile vegetativo…

c’è solo un sole che mi brucia dentro!
c’è solo un sole che ti brucia dentro!

c’è solo un sole che mi brucia dentro!
c’è solo un sole…c’è solo un sole!

c’è solo un sole che mi brucia dentro!
c’è solo un sole che ti brucia dentro!

c’è solo un sole che mi brucia dentro!
c’è solo un sole…c’è solo un sole!

sveglia!

“Coma” © 2017 Yantra

 

GHIACCIO

vivrei…vorrei…
con te…potrei…

torno sulla spiaggia…
sprazzi…luce vaga…

spariti sono gli amici
nel mondo senza te

sfumati sono i miei sogni
nel giorno senza te

ora…io sono di ghiaccio!
mi fermo…io cado!

ora…io sono di ghiaccio!
spenta è la vita…attorno!

giocavo con la sabbia…
nuotavo…dentro l’aria

occhi nei tuoi occhi…
la faccia nella faccia…

vedevo l’onda
da quel balcone…
udivo il suono…del silenzio…

toccavo il cielo
da una finestra
sentivo il vento tra i capelli…

ora…io sono di ghiaccio!
mi fermo…io cado!

ora…io sono di ghiaccio!
spenta è la vita…. attorno!

toccami!
chiamami!
abbracciami!
nella notte!

salvami!
sbrina il mio cuore!
scaldami!
nella notte!

ghiaccio!
ghiaccio!
ghiaccio!
nella notte!

ghiaccio!
ghiaccio!
ghiaccio!
nella notte!

 

“Ghiaccio” © 2017 Yantra

 

MANICOMIO

ora mi sveglio…
cosa faccio in questo posto?!
son caduto così in basso
mi hai spolpato fino all’osso…
mi hai fregato…a più non posso!

faccio a meno del mio orgoglio
io travestito da pagliaccio
a recitare un canovaccio
in tutto ciò cosa ci faccio?!

manicomio…manicomio…manicomio!

fermo resto qui
come un gabbiano senza ali
comodo così
tra i deliri ormai normali
pagami poi sì
i trenta tuoi denari…
vivere così…
in questa stupida agonia!

non sono pazzo!
perchè mi trovo in questo posto
girando sempre su me stesso?!
tiro i pugni sulla gomma…
getto a vuoto la mia bomba!

ritrovassi la memoria…
smascherando la menzogna…
il disegno tuo lo straccio
e questo muro te lo sfascio!

manicomio…manicomio…manicomio!

me ne andrò da qui…
aprendo le mie ali!
scapperò così
seguendo i miei ideali!
tieniti poi sì
i trenta tuoi denari!
io vivrò così…
in una lucida follia!

me ne andrò da qui…
aprendo le mie ali!
scapperò così
seguendo i miei ideali!
tieniti poi sì
i trenta tuoi denari!
io vivrò così…
in una lucida follia…

“Manicomio” © 2017 Yantra

 

SUPERMARKET

sospinto
nel buio…
travolto dalla marea…

scavalchi barriere
di filo spinato…
nella libera Europa…

atteso al reparto…
agnello da sgozzare

un pezzo di carne
da farci un affare…
sacrificio sull’altare

supermarket…supermarket…

ti hanno smembrato…
congelato…
inscatolato…

supermarket…

occhi bendati
senza più faccia…
né identità

supermarket…

disperato
gridi tra la folla
nel carrello
degli acquisti…

stralunato
perso tra gli alieni
sul pianeta
degli sconti…

sopraffatto dal languore
spendi l’ultima emozione
nel tuo supermarket…

senza alcuna esitazione
svendi l’ultima canzone!

ti metti in fila
senza decenza
né dignità!

supermarket…

passi alla cassa
senza più cuore
né umanità!

supermarket…

disperato
gridi tra la folla
nel carrello
degli acquisti…

stralunato
perso tra gli alieni
sul pianeta
degli sconti…

sopraffatto dal languore
spendi l’ultima emozione
nel tuo supermarket…

senza alcuna esitazione
svendi l’ultima canzone!

senza alcuna esitazione
svendi l’ultima canzone…

supermarket…

“Supermarket” © 2017 Yantra

 

TRA IL SOGNO E LA REALTÀ

…e poi finisce…
finisce anche un sorriso
e tra i suoi denti…
i suoi denti…il paradiso
vampe fredde di un mattino…
un po’ insipido e un po’ nuovo
di gigli immacolati…immensa una distesa…

e poi sparare…sparare con un dito…
alle navi lontane…corrose dal sale…
senza sentire…né delfini e né sirene…
solo lingue di spuma lucenti svanire…

il tuo sogno adesso torna là…
tu non guardi in faccia la realtà!
è l’aurora che ti guida là…
galleggiando dentro ad un bicchiere…

ma poi svegliarsi…
svegliarsi ancora ucciso
senza un volto…
con l’odio poi che striscia…
amica, chi sei…?!
senza coriandoli di vita
restando come un cervo
fissato alla tagliola…

il tuo giorno è ancorato qua…
ora guardi in faccia la realtà…
questo mondo è ancorato qua…
affogando dentro ad un bicchiere…

quel bambino adesso crescerà…
solo…tra le briciole e i ricordi…
quel bambino ancora tremerà…
di una triste resa senza età…

tra il sogno e la realtà…

tra il sogno e la realtà…

tra il sogno…tra il sogno…tra il sogno…

tra il sogno e la realtà…

tra il sogno…tra il sogno…tra il sogno…

tra il sogno e la realtà…

“Tra il Sogno e la Realtà” © 2017 Yantra

 

METROPOLITANA

“stare con te… è come star con nessuna…
…stare con tutte…è la stessa cosa…”

occhi spenti,
aride le labbra…
ridevi…mi tradivi…
infangavi i miei ideali…

all’alba….
partivo col sogno…
tramonti e disincanto
mi perdevo nel mondo…

metropolitana…metropolitana…
metropolitana…

io non sapevo!…
se quel treno
andava in cielo
o giù all’ inferno…
se la morte
mi aspettava!

io non sapevo!
se quel treno
andava in cielo o giù all’inferno…
se la morte
mi aspettava al capolinea!

sordide cosce…
mostravi l’abisso…
facevi lo sconto…
scippavi l’amore…

puttana!
prendevi potere…
scendevo…
a vili compromessi…

metropolitana…metropolitana…
metropolitana…

io non sapevo!
se quel treno
andava in cielo
o giù all’inferno!
se la morte
mi aspettava!

io non sapevo!…
se quel treno
andava in cielo o giù all’ inferno!
se la morte
mi aspettava…

chi frenava?…
impiccato
sul convoglio ormai impazzito…
su quel treno
conficcato dentro al buio!

metropolitana…metropolitana…
metropolitana…metropolitana…

“Metropolitana” © 2017 Yantra

 

ENTROPIA

ho visto angeli cadere
vomitati da un cielo di fuoco
sopra villaggi globali
trafitti da frecce mortali…

ho assistito alla fine dei principi
all’estinzione del genere umano
al tramonto delle coscienze
al trionfo dei mediocri…

meglio un profondo delirio…
e una follia controllata!

ENTROPIA!…ENTROPIA!
ENTROPIA!…ENTROPIA!

ho gridato: “voglio essere libero!”…
mi han detto: “non può funzionare!”
schiavo di questa ragione…
vittima di questo sistema…

meglio un profondo delirio…
e una follia controllata!

ENTROPIA!…ENTROPIA!
ENTROPIA!…ENTROPIA!

ENTROPIA!…ENTROPIA!
ENTROPIA!…ENTROPIA!

ENTROPIA!
ho gridato: “voglio essere libero!”…
ENTROPIA!
schiavo di questa ragione…

ENTROPIA!

ENTROPIA!

 “Entropia” © 2017 Yantra

 

PLASTICA

plastica…
andate a cominciare
plastica…
fatemi vomitare

plastica…
puntate i riflettori…
plastica…
pagliacci ed impostori…

plastica…
andatevi a strafare…
plastica…
bambole da gonfiare…

plastica…
ruffiani e dirigenti…
plastica…
ribelli diligenti

poi si alzerà il sipario…
poi comincerà lo show
questo rock di plastica…
rock di plastica

poi scenderà la notte
e continuerà  lo show
questo rock di plastica…
rock di plastica…

plastica…
andate a celebrare
rock di plastica…
fategli un funerale

plastica…
baldracche e dirigenti…
plastica…
ribelli diligenti…

poi si alzerà il sipario…
poi comincerà lo show
questo rock di plastica…
rock di plastica…

poi scenderà la notte…
e continuerà lo show
questo rock di plastica…
rock di plastica…

soffoco…
SOFFOCO!

rock di plastica
rock di plastica
rock…
rock di plastica…

rock di plastica
rock di plastica
rock…rock…

“Plastica” © 2017 Yantra

 

LO STRANIERO

vaga di notte…
celato nel buio…
in cerca di te…

dentro un cappotto…
il volto coperto…
arriva per te…

hai paura?!…
hai  paura!

scorgi quell’ombra…
tra i fari e la nebbia…
che vuole da te?!…

un tipo sospetto…
con gli occhi di ghiaccio…
ha chiesto di te!

te l’hanno detto…
di starci attento…
ti sembra lui…

in quel riflesso…
fredda la lama…
è proprio lui!

lo straniero! (the stranger!)
lo straniero! (the stranger!)

tra le rovine
di quella strada
lo vedi già!

in testa un cappello…
il fiato sul collo…
è dietro di te!

ti giri di colpo…
affondi il coltello…
il sangue è su te…

uccidi un uomo
che viene inseguito…
identico a te!

lo straniero! (the stranger!)
…lo straniero! (the stranger!)

lo straniero! (the stranger!)
lo straniero…
hai chiuso il cerchio!

“Lo straniero” © 2017 Yantra

 

PUNTO ZERO

…zero+zero…
…zero+zero…

zero+zero è uguale a…
zero+zero…
zero+zero fa sempre…
zero+zero…

pianeta delle scimmie
dalle clavi tecnologiche…
finanza di squali…
mercato post-atomico…

economia virtuale…
cyber-capitale….
cifre…merci…
disoccupati…

numeri infiniti
in accellerazione
scorrono…si annullano
verso il punto zero!

senza più anima…
senza più respiro…
annegati dai software
verso zero!

zero+zero è uguale a…
zero+zero…
zero+zero fa sempre…
zero+zero…

non c’è più tempo…
non c’è più il tempo!
tentativo immobile
di aggiungere qualcosa…

non c’e’ più spazio!
non c’e’ più lo spazio!
tentativo immobile
di togliere qualcosa…
parvenze di coscienze…
teatro di fantasmi…
manichini digitali
in uno schermo vano…

zero+zero
è uguale a zero…
zero+zero…
fa sempre zero!

zero+zero…

siete pronti per il grande salto?
siete pronti per la fuga del secolo?

zero+zero è uguale a…
zero+zero…
zero+zero fa sempre…
zero+zero…

zero+zero è uguale a…
zero+zero…
zero+zero fa sempre
zero+zero…

zero+zero+zero+zero+zero+zero+zero+zero…

“Punto Zero” © 2017 Yantra